venerdì 6 dicembre 2019

Essere te


Vorrei sapere cosa ti resta
quando il silenzio spegne la festa
e io non sono vicino a te.

Vorrei indicarti la risposta
a quel ronzio che hai nella testa
e che ti stressa senza un perché.

Ma se le mie idee ti vanno strette,
se le mie mani sono manette,
la mia uscita dalla tua vita
sarà il più grande dono che c’è.

Perché amo gli angoli del tuo sorriso
e il tuo cuore leggero e acceso,
più dell’idea che un tal paradiso
sia e sarà sempre tutto per me.

Perché “ti amo” non sia “pescare”
come “ti fucilo” sta per “sparare”
perché l’Amore sia un Portale
al nostro più alto e più vero Sé.

Ma quando sei persa nella foresta
e sconquassata dalla tempesta,
l’unica cosa che ti resta
è camminare verso te stessa.

E quindi essere...

Nessun commento:

Posta un commento